Finitura con verniciatura a polvere 3DEXPERIENCE Make

Verniciatura a polvere

Per saperne di più sulla verniciatura a polvere, un processo di finitura, come funziona e quali sono gli usi nel settore.

Introduzione al verniciatura a polvere

La verniciatura a polvere utilizza una polvere secca a flusso libero per rivestire i pezzi da lavorare. L'uso più comune della verniciatura a polvere è quello di rivestire i metalli per creare una finitura più dura e resistente rispetto alla vernice convenzionale. Tra i metalli più comuni che vengono sottoposti al processo di verniciatura in polvere vi sono gli elettrodomestici, gli estrusi di alluminio, la ferramenta per fusti, le parti di automobili e biciclette.

In genere, i polimeri termoplastici o termoindurenti vengono applicati elettrostaticamente e polimerizzati con il calore, lasciandoli scorrere e sviluppando la cosiddetta "pelle". Il tempo di polimerizzazione è notevolmente più rapido rispetto a quello di un rivestimento liquido. A differenza delle vernici liquide convenzionali, la verniciatura in polvere può mantenere il legante e le parti di riempimento in forma di sospensione liquida, senza la necessità di un solvente. Grazie ai progressi tecnologici, il processo di verniciatura a polvere consente di applicare una gamma più ampia di materiali, come i pannelli di fibra a media densità (MDF).

La verniciatura a polvere può produrre rivestimenti più spessi rispetto ai tradizionali rivestimenti liquidi e, grazie al suo stato di polvere, è priva di colature e cedimenti. L'assenza di solventi fa sì che la verniciatura a polvere rilasci nell'atmosfera una quantità minima o nulla di composti organici volatili (COV), consentendo un notevole risparmio sui costi delle apparecchiature di controllo dell'inquinamento. Dal punto di vista estetico, le differenze tra i servizi rivestiti orizzontalmente e verticalmente sono minori rispetto a quelli rivestiti a liquido. La verniciatura a polvere è unica anche perché consente di ottenere molti effetti speciali.

Il processo è simile al metodo convenzionale di spruzzatura a liquido. Inizia con la preparazione del pezzo e dell'attrezzatura da utilizzare. Prima di applicare la vernice in polvere, il pezzo deve essere privo di olio, sporco, grassi di lubrificazione, ossidi metallici, ecc. Tra i vari processi di applicazione possibili vi sono la pistola elettrostatica, il letto fluido elettrostatico e la verniciatura in polvere elettrostatica a spazzola magnetica. La fase finale del processo è l'indurimento.

Il processo di applicazione più comune per gli oggetti metallici prevede la spruzzatura della polvere con una pistola elettrostatica o a corona. È disponibile un'ampia gamma di ugelli di spruzzatura.

  • Le pistole elettrostatiche, chiamate anche spruzzatori elettrostatici liquidi, si riferiscono ai concetti di carica e campi elettrici. La tecnica di finitura che consiste nell'applicare un rivestimento a una superficie metallica trae origine dalla legge di attrazione tra particelle cariche positivamente e negativamente. La vernice si carica positivamente, mentre il supporto verniciato viene collegato a un forte campo elettrico con carica negativa.
  • Il processo a letto fluido elettrostatico è simile al processo di immersione a letto fluido convenzionale, ma in questo processo la profondità della polvere nel letto è minore.
  • Infine, la spazzola magnetica elettrostatica (EMB) utilizza un rullo per applicare il rivestimento in polvere su materiali piatti, ottenendo velocità relativamente elevate e strati di spessore desiderato accurati.

L'indurimento delle polveri termoindurenti comporta l'esposizione del pezzo a temperature elevate per un periodo di tempo prestabilito, in modo che la polvere si sciolga, fuoriesca e reagisca chimicamente per indurirsi e asciugarsi. Il processo, noto come reticolazione, richiede l'esposizione a temperature elevate per un certo periodo di tempo per ottenere le proprietà desiderate.

3DEXPERIENCE Make

Ricevi più preventivi per le tue parti in pochi secondi

Get multiple quotes for your parts in seconds