Elettrodeposizione

Per saperne di più sulla elettrodeposizione, un processo di finitura, come funziona e quali sono gli usi nell'industria.

Introduzione alla elettrodeposizione

L'elettrodeposizione è un processo di finitura ampiamente adottato in vari settori industriali per rivestire oggetti metallici con un sottile strato di un metallo diverso per ottenere le proprietà desiderate che mancano al pezzo originale. Il processo è chiamato elettrodeposizione. Viene utilizzato principalmente per modificare le proprietà superficiali di un oggetto, come la resistenza all'abrasione, all'usura o alla corrosione, la lubrificazione o le qualità estetiche. Inoltre, la elettrodeposizione viene talvolta adottata per aumentare lo spessore di pezzi sottodimensionati o per formare oggetti con l'elettroformatura.

La elettrodeposizione modifica le proprietà chimiche, fisiche e meccaniche di un pezzo in lavorazione. L'uso di una corrente elettrica riduce i cationi metallici disciolti da una soluzione (ioni con carica netta positiva) in modo da formare un rivestimento metallico sottile e coerente sul pezzo stesso, che funge da elettrodo negativo (anodo).

Il primo impianto di elettrodeposizione moderno iniziò la produzione nel 1876 e fu inizialmente chiamato Norddeutsche Affinerie di Amburgo. Man mano che la scienza alla base del metodo cresceva, la sua adozione aumentava costantemente fino a raggiungere oggetti di placcatura su larga scala e applicazioni manifatturiere e ingegneristiche specifiche. L'arrivo dei generatori elettrici alla fine del XIX secolo diede un grande impulso all'industria della placcatura, rendendo disponibili correnti più elevate da applicare a vari componenti metallici in grandi volumi. La prima e la seconda guerra mondiale e la significativa crescita dell'industria aeronautica hanno catalizzato ulteriori progressi e perfezionamenti nel processo di placcatura. Il fisico americano Richard Feynman ha sviluppato una tecnologia che ha reso possibile la elettrodeposizione del metallo sulla plastica.

I diversi processi di elettrodeposizione comprendono l'incisione, la deposizione elettrochimica, l'elettrodeposizione a impulsi (detta anche elettrodeposizione a impulsi), l'elettrodeposizione a pennello e l'elettrodeposizione. Come nel caso di altre tecniche di rivestimento, è fondamentale prestare particolare attenzione alle condizioni di pulizia, perché gli strati molecolari di olio possono impedire l'adesione del rivestimento.

3DEXPERIENCE Make

Ricevi più preventivi per le tue parti in pochi secondi

Get multiple quotes for your parts in seconds