Immaginare città più sostenibili

Innovare le città del futuro

Con una forte crescita della popolazione mondiale, moltitudini di persone si trovano a vivere in città vecchie di decine di anni o secoli, costruite per popolazioni ben più ridotte con esigenze molto diverse. Ciò mette a rischio il nostro ambiente per lo spreco di risorse come terreni, acqua ed energia, mentre rende più difficile la gestione logistica delle città.

Un'intera gamma di discipline sta cercando una soluzione a questi problemi, aiutata in ciò da un insieme di strumenti digitali che permettono a scienziati e urbanisti di vedere e analizzare il futuro che stiamo creando e i suoi effetti sugli abitanti e su tutto il pianeta.

Questo approccio potrebbe portare a reimmaginare l'intera disciplina dell'architettura concentrandosi non solo sulle strutture risultanti ma anche sull'impatto degli edifici sulle risorse del pianeta.

Il progetto GEOVIA 3DEXPERIENCity promosso da Dassault Systèmes mira a creare modelli olistici virtuali che consentano agli urbanisti di studiare e collaudare le idee in forma digitale, in modo da considerare l'impatto dell'urbanizzazione sia all'interno dei confini invisibili delle città che sull'intero pianeta e le sue risorse. Fai clic su ciascuna risorsa per saperne di più.

Video: Innovare le città del futuro

Articolo: La città reattiva

In città è l'ora di punta. La gente torna a casa dopo una dura giornata di lavoro. Ci sono auto che si guidano da sole e ciclisti che percorrono corsie preferenziali, senza doversi preoccupare del traffico dei veicoli e dell'imprevedibilità dei pedoni. Mentre sulla città scende la sera, i sensori all'interno delle abitazioni regolano la temperatura ambiente e accendono le luci; il funzionamento di televisori, radio e persino vasche da bagno viene controllato con un gesto, stando seduti in poltrona.

All'esterno, i sensori controllano gli agenti irritanti presenti nell'atmosfera, pronti a mandare un avviso alle persone a rischio, qualora si raggiungessero livelli pericolosi. Un computer che programma la raccolta dei rifiuti riceve dati su bidoni pieni e maleodoranti. I sistemi di controllo e regolazione del traffico sono sempre attivi assicurando che non si verifichino ingorghi e incidenti. In modo trasparente ai cittadini, ciascuna funzione della città viene silenziosamente ottimizzata per rendere la vita più semplice ed efficiente.

» Leggi l'articolo "La città reattiva" (PDF)

Se analizziamo gli schemi e le interazioni tra persone e sistemi, come ad esempio la gestione dei trasporti e dei rifiuti, possiamo sviluppare città che sono non solo robuste ma anche efficienti e sostenibili, ma secondo una definizione completamente nuova.

Ingeborg Rocker Vice presidente di GEOVIA 3DEXPERIENCity

Blog: Le città del futuro

Secondo le stime dell'OMS, entro il 2050 il 70% della popolazione, ovvero 6,4 miliardi di persone, vivrà in aree urbane. Molte di queste persone si troveranno a vivere in città vecchie di decine di anni o secoli, costruite per popolazioni ben più ridotte con esigenze molto diverse. Man mano che le nuove metropoli nasceranno e si svilupperanno, crescerà il rischio che diventino enormi ed inefficienti bacini, con spreco di risorse preziose come terreni, acqua ed energia, e sempre più difficili da gestire da un punto di vista logistico.

» Leggi il post sul blog

Infografica: La modellazione 3D può essere determinante per le città del futuro?

 

NOTA: il video, l'infografica e l'articolo sono originariamente comparsi come informazione pubblicitaria su bbc.com a partire dal 27 giugno 2014 fino al 5 settembre 2014 e sono stati realizzati dal team BBC Advertising Commercial Production in collaborazione con Dassault Systèmes.