Conceptual Design

Trasformare nuovi idee in concetti applicabili

Per massimizzare l’innovazione nello sviluppo di nuovi prodotti bisogna focalizzarsi e investire sulla progettazione concettuale. Sviluppi tecnologici e sistemi di progettazione 3D più efficienti hanno snellito lo sviluppo dei prodotti, accorciando i cicli di progettazione, abbassando i costi e migliorando la qualità. Ma, se da un lato le tecnologie CAD 3D hanno rivoluzionato i flussi di progettazione e produzione, dall’altro esse sono incentrate sulla produzione, cioè sullo sviluppo di un progetto attraverso tutte le fasi dettagliate per fabbricare un prodotto. La progettazione concettuale, finalizzata alla creazione di concetti innovativi che generano profitto a lungo termine, è un’attività radicalmente diversa, con esigenze, sfide e obiettivi propri.

Mentre l’obiettivo ultimo dello sviluppo di prodotti tradizionale è realizzare un prodotto, il punto d’arrivo della progettazione concettuale è fare innovazione, trasformare nuove idee in concetti applicabili per sviluppi e produzioni future. Oltre ad avere obiettivi diversi, la progettazione di prodotto e la progettazione concettuale richiede diversi flussi di lavoro e approcci per essere efficace. Ad esempio, la progettazione concettuale si focalizza sui concetti invece che sui dettagli e richiede un flusso libero di collaborazione e comunicazione con tutte le figure coinvolte (ad es. clienti, partner ecc.) nelle fasi iniziali della concettualizzazione, piuttosto che comunicazione e documentazione precise con i reparti a valle dopo aver definito il progetto. I progettisti concettuali esplorano gli scenari ipotetici (“what if”) piuttosto che quelli effettivi (“what is”) e studiano come si possa progettare un concetto innovativo invece che realizzare un prodotto. Questa differenza a livello di flussi di lavoro, sfide e obiettivi richiede una soluzione specificamente studiata per la progettazione concettuale.