gen 14 2010

Terrafugia si affida a Dassault Systèmes per realizzare la prima “auto volante”

Milano, 14 gennaio 2010 — Dassault Systèmes (DS) (Euronext Paris: #13065, DSY.PA), azienda leader a livello mondiale nelle soluzioni 3D e nelle tecnologie per il Product Lifecycle Management (PLM), ha annunciato che il software CATIA è stato scelto da Terrafugia, l’azienda che ha creato il rivoluzionario mezzo Transition® Roadable Aircraft, per la modellazione dei compositi in 3D e l’analisi a elementi finiti. Terrafugia utilizzerà le soluzioni CATIA per l’Analisi e CATIA per Materiali Compositi (CPD) per progettare e sviluppare il prototipo beta, la cui consegna è prevista entro il 2011.

Dopo aver completato con successo la “bozza concettuale” della prima versione del proprio “aereo da strada” Transition lo scorso giugno, il team di Terrafugia ha cominciato a lavorare alla seconda fase del progetto del veicolo. Nel corso dei molti anni di lavoro per lo sviluppo del primo prototipo di Transition, Terrafugia ha individuato diversi aspetti su cui intervenire per perfezionare il progetto originale, fra cui la sperimentazione di nuovi materiali e dimensioni per le ali. Per analizzare il comportamento dinamico e la flessione dei diversi materiali nelle condizioni più svariate, l’azienda cercava una soluzione che offrisse modellazione avanzata in 3D dei materiali compositi e funzioni dedicate per la modellazione delle parti e la simulazione del comportamento dei materiali.

RAND North America, rivenditore delle soluzioni PLM di Dassault Systèmes PLM e North American Business Partner dell’Anno 2007 di Dassault Systèmes, ha consigliato a Terrafugia di adottare CATIA per le proprie esigenze di modellazione dei compositi. RAND ha suggerito le soluzioni per materiali compositi di CATIA in virtù delle loro caratteristiche e funzionalità tecniche evolute, che avrebbero permesso a Terrafugia di correggere difetti come grinze, cavità e inclusioni fin dalle prime fasi del progetto, visualizzando le caratteristiche degli strati e il comportamento delle fibre. Il VAR ha sottolineato anche il valore di CATIA come strumento indipendente per l’analisi a elementi finiti (FEA), senza la necessità di investire in una soluzione FEA dedicata.

Confortata dall’ottima esperienza con la suite di progettazione 3D SolidWorks di Dassault Systèmes utilizzata a partire da marzo 2009, Terrafugia ha accettato con entusiasmo la proposta di CATIA per l’Analisi e CATIA per Materiali Compositi a completamento della soluzione SolidWorks già implementata. Secondo Ben Zelnick, ingegnere di Terrafugia, “CATIA è un’ottima integrazione della nostra soluzione SolidWorks. Disponendo di un modello digitale completo dei materiali compositi, strato per strato, potremo effettuare analisi strutturali molto precise per ridurre ulteriormente il peso di Transition. In effetti abbiamo appena correlato l’analisi di un modello CATIA relativo a una parte della struttura a un campione fisico testato presso la nostra sede.”

Jacques Leveillé-Nizerolle, CEO, CATIA, Dassault Systèmes, ha aggiunto: “Siamo soddisfatti che gli utilizzatori di SolidWorks possano beneficiare delle soluzioni avanzate di CATIA per la progettazione e l’analisi, che rispondono pienamente alle loro esigenze nel campo dei materiali compositi. Questa evoluzione va a completare la strategia PLM globale di CATIA, che punta a fornire una soluzione PLM completa per i compositi, dalla progettazione alla produzione, passando per la simulazione.”

Per il secondo prototipo, quindi, il team di progetto di Terrafugia utilizzerà CATIA per l’Analisi per realizzare le simulazioni preliminari in modo semplice e veloce, all’interno dell’ambiente CAD già conosciuto. La soluzione consentirà al team di ottimizzare i progetti in base alle specifiche prestazionali e ad apportare modifiche e aggiornamenti molto velocemente sulla base dei risultati dei collaudi. Inoltre, l’azienda utilizzerà la soluzione CATIA per i materiali compositi per costruire e testare i longheroni dei pannelli strutturali del prototipo. Grazie a CATIA, infatti, Terrafugia potrà verificare l’effettiva producibilità di ciò che viene progettato ed effettuare le simulazioni direttamente nello stesso ambiente.

La collaborazione fra Dassault Systèmes e RAND North America si inserisce nel quadro di un rapporto di lunga data, molto solido e attivo, fra le due aziende. Kendall Pond, vicepresidente di Dassault Systèmes e responsabile della partnership con Terrafugia, ha così commentato il ruolo di RAND nel mettere a frutto l’implementazione di CATIA: “RAND ha fatto un ottimo lavoro con i tecnici di Terrafugia, rendendoli operativi e produttivi nell’utilizzo di CATIA con grande velocità ed efficienza. RAND ha avuto un ruolo centrale nello sviluppo di una relazione solida ed efficiente con Terrafugia.”

Il Transition Roadable Aircraft può volare a oltre 180 chilometri orari con un’autonomia superiore a 700 chilometri, decollare e atterrare da piccoli aeroporti, viaggiare in autostrada ed essere parcheggiato in garage. Il veicolo a due posti è provvisto di trazione anteriore per gli spostamenti su strada e di un’elica per il volo, trasformandosi da aeroplano ad auto in soli 30 secondi. In entrambe le modalità il mezzo utilizza la normale benzina verde. Offrendo una comoda alternativa al trasporto di terra, Transition riduce i costi e gli inconvenienti tipici dell’aviazione privata, oltre ai rischi e ai contrattempi legati al maltempo.

Per maggiori informazioni, immagini e filmati della “auto volante”, visitate il sito www.terrafugia.com/news_media.html