nov 23 2010

Dassault Systèmes snellisce lo sviluppo dei prodotti con una nuova soluzione per l'ingegnerizzazione collaborativa in 3D

La nuova soluzione sfrutta l’esperienza acquisita nel settore dei macchinari e degli impianti industriali per proporre un approccio multidisciplinare alle attività di ingegnerizzazione

Milano, 23 novembre 2010 – Dassault Systèmes (DS) (Euronext Paris: #13065, DSY.PA), azienda leader a livello mondiale nelle soluzioni 3D e nelle tecnologie per il Product Lifecycle Management (PLM), ha annunciato il lancio dell’iniziativa Collaborative Multi-Discipline Engineering (CMDE). Concepita come strumento pratico destinato alle aziende manifatturiere che vogliono promuovere la collaborazione multidisciplinare e implementare processi di sviluppo snelli, la soluzione CMDE mette a disposizione le funzionalità di tutti i brand di DS, è in grado di gestire assiemi complessi di grandi dimensioni ed è basata su un’unica piattaforma PLM. Grazie a questo approccio, ingegneri e progettisti di tutti i campi possono collaborare in tempo reale su larga scala per diminuire i difetti dei prodotti e snellire l’intero processo di sviluppo.

Per favorire la collaborazione in tutte le fasi di ingegnerizzazione dei prodotti e dei processi, la soluzione CMDE gestisce tutte le informazioni di prodotto (dai dati di progettazione e produzione ai dati più complessi di simulazione meccatronica), consentendo a tutti i tecnici di partecipare ai progetti anche se non hanno a disposizione il sistema con il quale sono state generate originariamente le informazioni.

La gestione del flusso del valore (un metodo di ottimizzazione della produzione che abbraccia progettazione, produzione, servizi e altro ancora) rientra da tempo fra gli obiettivi dei costruttori di macchine e impianti industriali; in questo contesto, Dassault Systèmes è il primo fornitore di software ad aver creato una soluzione che sfrutta il 3D per unificare tutte le attività di ingegneria svolte su apparecchiature complesse. Grazie alla piattaforma collaborativa V6 di Dassault Systèmes, le aziende manifatturiere possono andare oltre i confini del PLM tradizionale, integrando la tecnologia 3D per realizzare esperienze estremamente realistiche (Lifelike Experience). La combinazione di processi aziendali standardizzati e Lifelike Experience offre la massima flessibilità e scalabilità, oltre a funzionalità specifiche per il settore particolarmente utili ai costruttori di macchine, che devono “tirare le fila” dei gruppi di lavoro nei vari reparti e di tutte le figure coinvolte nello sviluppo dei prodotti.

Le dimensioni del progetto non costituiscono un problema. Gli strumenti di progettazione della soluzione CMDE aiutano i progettisti a collaborare in tempo reale su progetti meccanici di grandi dimensioni, come tubazioni, saldature e strutture, complete di componenti elettrici e software, cinematismi e sistemi di controllo. Oltre a favorire una gestione efficiente dei dati di prodotto funzionali, logici e fisici, i progetti 3D così realizzati possono essere rappresentati sotto forma di distinte base multifunzionali. La soluzione è stata studiata anche per soddisfare i requisiti di sicurezza nella condivisione della proprietà intellettuale (IP) fra i vari reparti dell'azienda estesa, includendo anche fornitori e clienti, con la massima granularità di protezione delle informazioni. La soluzione CMDE della V6 permette di sfruttare pienamente i vantaggi della collaborazione interdipartimentale basata sul 3D realistico, contribuendo a trasformare l’azienda in un ambiente di produzione snello ed efficiente.

Secondo gli analisti di CIMdata , “il vantaggio è che gli utenti possono mantenere la loro operatività senza interrompere il normale flusso di lavoro, con un sensibile incremento della produttività. La soluzione PLM V6 funge da struttura portante per tutta la gestione dei dati di prodotto, processo, risorse e simulazione, consentendo una collaborazione multidisciplinare su scala globale.”

“Per avere successo in questo mercato, le aziende devono anticipare e soddisfare diverse esigenze dei clienti, riducendo al tempo stesso possibili impatti negativi sul loro flusso del valore. Devono poter gestire in maniera efficiente varianti di prodotto e modifiche lungo il ciclo di vita, ridurre i costi, accorciare i tempi dal preventivo alla consegna, mantenere la visibilità sulle attività dei fornitori e fornire un servizio post-vendita efficiente,” spiega David Segal, Global Leader of Industrial Equipment Market Development di Dassault Systèmes.  “I costruttori di macchine e impianti non hanno tempo e risorse sufficienti per raggiungere questo livello di prestazioni: quando si tratta di competitività, ogni minuto e ogni dollaro contano."
 
###