feb 25 2010

Dassault Systèmes chiude il quarto trimestre 2009 con una crescita del margine d’esercizio e degli utili

Milano, 25 febbraio 2010 -Dassault Systèmes (DS) (Euronext Paris: #13065, DSY.PA), ha comunicato i risultati finanziari non-IFRS relativi al quarto trimestre 2009 e all’anno conclusosi il 31 dicembre 2009. Tali risultati sono stati verificati e approvati dal Consiglio Direttivo della società il 10 febbraio 2010. In sintesi, la società ha realizzato i seguenti risultati finanziari:

•    I risultati relativi al quarto trimestre 2009 e all’intero anno sono in linea con gli obiettivi finanziari della società.
•    Per il quarto trimestre consecutivo, gli introiti provenienti dalla vendita di nuove licenze sono stati garantiti principalmente dai mercati americani e da ENOVIA.
•    Gli introiti ricorrenti dalla vendita di software sono stati sostanzialmente stabili nel 2009, con un incremento del 5% a valuta costante. 
•    Il margine d’esercizio non-IFRS per il 2009 è in linea con l’obiettivo fissato da DS al 25% e registra un incremento per il secondo trimestre consecutivo.
•    Liquidità e investimenti a breve termine hanno superato la soglia del miliardo di Euro, con una posizione finanziaria netta di 858 milioni di Euro.
•    L’acquisizione in corso di IBM PLM verrà completata entro l’inizio di aprile e si tratterà della più grande acquisizione nella storia di DS.

“Dassault Systèmes ha fatto enormi progressi durante il 2009 per farsi trovare pronta nei prossimi anni,” ha commentato Bernard Charlès, Presidente e CEO di Dassault Systèmes.  “Abbiamo consolidato la leadership di tutti i nostri sei marchi, abbiamo migliorato la qualità e le prestazioni dell’intero portafoglio software, abbiamo aumentato l’efficienza globale della nostra organizzazione ed è cresciuta anche la nostra quota di mercato mondiale.  Oltre a tutto questo, siamo ormai pronti per integrare al nostro interno l’organizzazione di IBM PLM. I nostri clienti trarranno importanti benefici dalla collaborazione più stretta fra i nostri team di vendita e servizio e dalle capacità di implementazione uniche grazie alla partnership rinnovata con IBM.”
“Guardando al futuro, abbiamo posto le basi per la nostra crescita nei prossimi cinque anni, grazie alla struttura di vendita più grande del settore, alla nostra piattaforma V6 e all’ampio portafoglio di applicazioni. Tutto ciò giunge al momento giusto per aiutare i nostri clienti ad affrontare le nuove sfide dell’innovazione sostenibile. Per questo motivo riteniamo che Dassault Systèmes sia nelle condizioni ottimali per sfruttare le condizioni del mercato non appena miglioreranno.”

Risultati finanziari del quarto trimestre 2009

I risultati del quarto trimestre sono stati in linea con gli obiettivi finanziari della società. Il reddito derivante dalla vendita di nuove licenze è cresciuto del 66% a valuta costante, un dato superiore alla media stagionale, determinato da un incremento dell’attività sia nelle Americhe sia in Asia. Il “new business” resta ancora al di sotto dei livelli dell’anno precedente, ma l’azienda ha cominciato a registrare una ripresa dei grandi progetti sia per ENOVIA sia per CATIA.
Escludendo gli effetti valutari, il reddito totale IFRS e non-IFRS è diminuito del 7%. I risultati relativi al reddito da software rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente hanno registrato un calo dovuto alla recessione, solo in parte bilanciato dall’andamento stabile degli introiti ricorrenti da software. A valuta costante, il reddito totale IFRS e non-IFRS generato dalle vendite di software è diminuito del 5%, con un calo degli introiti dalla vendita di nuove licenze pari al 12%, mentre il reddito ricorrente da software è rimasto pressoché invariato nel confronto anno su anno.

Escludendo gli effetti valutari, il reddito non-IFRS del software PLM è diminuito del 4%. CATIA ha subito un calo del 7% ed ENOVIA del 4%, mentre gli altri prodotti PLM sono cresciuti del 7% soprattutto grazie a SIMULIA e DELMIA. Gli introiti da software 3D mainstream sono diminuiti del 9% a valuta costante.  

I risultati del programma aziendale di riduzione dei costi sono evidenziati dalla riduzione delle spese di esercizio nel quarto trimestre 2009. Nello specifico, le spese di esercizio IFRS e non-IFRS sono diminuite rispettivamente del 18% e del 16% (11% escludendo gli effetti valutari) nel quarto trimestre 2009 rispetto allo stesso periodo del 2008.

Nel quarto trimestre 2009 i margini di esercizio IFRS e non-IFRS e gli utili per azione sono aumentati rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. Il margine di esercizio IFRS e l’utile netto per azione sono saliti rispettivamente al 27,1% e a 0,65 Euro. Il margine di esercizio non-IFRS è passato dal 29,7% al 32,6%, mentre l’utile netto non-IFRS per azione è aumentato del 3% a 0,68 Euro per azione rispetto allo stesso periodo del 2008. L’utile netto IFRS e non-IFRS per azione ha beneficiato anche della riduzione delle aliquote fiscali.


Riepilogo dei dati finanziari per l’intero anno 2009

I risultati finanziari per l’intero anno sono stati in linea con gli obiettivi finanziari della società. Gli introiti complessivi riflettono i benefici degli introiti ricorrenti da software, che hanno rappresentato il 73% degli introiti da software totali e il 64% degli introiti complessivi. Il margine di esercizio e gli utili hanno beneficiato del programma di riduzione dei costi adottato dall’azienda. A fine anno la società impiegava 7.834 persone, un dato complessivamente stabile rispetto al 2008. L’azienda ha continuato a investire risorse in attività di ricerca e sviluppo, incrementando il numero di addetti R&D del 4% rispetto allo scorso anno.

Thibault de Tersant, Senior Executive Vice President e CFO, ha dichiarato: “Esaminando l’esercizio 2009 nel suo complesso, è stato gratificante vedere come DS abbia gestito positivamente un periodo particolarmente difficile. Grazie al valore che il nostro software è in grado di fornire ai clienti, i nostri introiti ricorrenti hanno dimostrato una sostanziale stabilità, permettendoci di contenere l'impatto della recessione globale, con una contrazione degli introiti da software a una sola cifra. E grazie agli sforzi di tutta l’organizzazione di DS, siamo stati in grado di proteggere il nostro margine di esercizio, mantenendo la nostra capacità di vendita e servizio, e aumentando lo staff di ricerca e sviluppo”.
“In prospettiva futura, ci aspettiamo che il 2010 porti una lenta ripresa economica. Nella situazione attuale contiamo in ogni caso di ottenere una crescita a doppia cifra degli introiti da nuove licenze prima di beneficiare del contributo offerto dall’acquisizione di IBM PLM”.


###