giu 10 2010

Dassault Systèmes propone una nuova tecnologia multifisica con la release 6.10 di Abaqus di SIMULIA

Funzionalità native di fluidodinamica computazionale per l’interazione fluidi-struttura e oltre 100 migliorie richieste dai clienti

Milano, 10 giugno 2010 – Dassault Systèmes (DS) (Euronext Paris: #13065, DSY.PA), azienda leader a livello mondiale nelle soluzioni 3D e nelle tecnologie per il Product Lifecycle Management (PLM), ha annunciato la disponibilità di Abaqus 6.10, la suite avanzata di prodotti per l’analisi a elementi finiti (FEA) e la multifisica per simulazioni realistiche a marchio SIMULIA.

Rispondendo alla crescente richiesta di simulazione realistica in ambito industriale, la nuova release introduce oltre 100 migliorie basate su esigenze espresse dagli utilizzatori in materia di modellazione, prestazioni, usabilità, visualizzazione, multifisica e meccanica di base. Progettisti, ingegneri e ricercatori di tutti i settori possono così effettuare test virtuali in grado di prevedere con maggiore precisione il comportamento in tempo reale dei materiali e dei prodotti progettati, assicurando un miglioramento delle prestazioni dei prodotti a fronte di una riduzione dei tempi e dei costi di sviluppo.

Abaqus 6.10 introduce nuova funzionalità multifisiche per la simulazione della fluidodinamica computazionale (CFD). Si possono così effettuare simulazioni fisiche combinate con Abaqus/Standard e Abaqus/Explicit, verificando ad esempio l’interazione fra i tessuti del corpo umano, un dispositivo medicale e il flusso di un fluido, oppure effettuando l’analisi termica di sistemi elettronici soggetti a raffreddamento a convezione o l’analisi termica transitoria degli impianti di scarico dei motori. 

“Per simulare le prestazioni dei componenti di un motore in un ambiente più vicino alla realtà, Abaqus 6.10 offre funzionalità di fluidodinamica computazionale per l’analisi dell’interazione fluido-struttura che ci consentiranno di effettuare co-simulazioni accurate su fluidi e solidi,” ha dichiarato il Dott. Fred Yang, responsabile tecnico per le analisi sui cuscinetti di Federal-Mogul Powertrain Sealing and Bearings Group USA. “La nuova soluzione introduce migliorie significative per valutare l’interazione multifisica dei nostri progetti e ottimizzare i prodotti in termini di riduzione delle perdite di potenza del motore e abbassamento dei costi complessivi dei materiali.”

La release ribadisce l’impegno di SIMULIA per fornire una piattaforma multifisica aperta attraverso il miglioramento dell’interfaccia di co-simulazione. Partner e clienti possono così abbinare direttamente i loro applicativi con Abaqus per realizzare simulazioni multifisiche best-in-class.

Con questa release SIMULIA consolida la propria leadership nel settore del software per simulazione, offrendo una tecnologia innovativa per l’analisi realistica di fratture e cedimenti. Abaqus 6.10 migliora infatti il metodo a elementi finiti estesi (XFEM) che ottimizza il processo di modellazione delle fratture nei materiali compositi. Il software migliora notevolmente anche le prestazioni di elaborazione parallela di più simulazioni basate su XFEM. o la procedura dinamica implicita, consentendo di effettuare più simulazioni in meno tempo.

“E’ importante utilizzare le tecnologie e i metodi migliori che il mercato offre per valutare la sicurezza dei componenti delle centrali nucleari," ha dichiarato il Dipl.-Ing. Axel Schulz, TÜV Nord. "La funzionalità XFEM di Abaqus 6.10 agevoleranno le nostre valutazioni a livello virtuale sulla sicurezza delle condutture e dei reattori delle centrali nucleari. La nuova release consente la simulazione realistica della propagazione delle rotture basata sul metodo dei segmenti coesivi e sulla meccanica di frattura elastica lineare, sfruttando la procedura dinamica implicita per ottenere una maggiore stabilità.”

“Rispondere alle richieste di funzionalità nuove o migliorate da parte dei nostri clienti è fondamentale per la nostra strategia che punta a fornire le soluzioni di simulazione realistica più affidabili possibili e a garantire un grado elevato di soddisfazione della clientela,” ha dichiarato Steve Crowley, responsabile della gestione di prodotto, SIMULIA, Dassault Systèmes. “Con With Abaqus 6.10, abbiamo introdotto oltre cento migliorie richieste dai clienti, fra le quali una soluzione unica per generare velocemente superfici intermedie su parti sottili in Abaqus/CAE. La release conferma il nostro impegno nel migliorare la meccanica di base e sviluppare una nuova tecnologia multifisica all’avanguardia con la quale i clienti possono diventare più produttivi ed efficienti nel valutare e nel migliorare le prestazioni dei loro prodotti.”

Abaqus 6.10 è stata presentata alla 2010 SIMULIA Customer Conference (SCC), dal 24 al 27 maggio a Providence, Rhode Island. Microsoft e CD-adapco sono gli sponsor principali di SCC, che accoglierà oltre 400 addetti di aziende manifatturiere leader a livello internazionale.

Per l’elenco completo delle nuove funzionalità e delle migliorie, visitate il sito www.simulia.com/products/abaqus_fea.

###