ott 26 2009

Dassault Systèmes e IBM annunciano l’integrazione delle attività commerciali PLM di IBM in DS

Il nuovo accordo su scala globale punta ad aumentare la diffusione del PLM in tutti i settori industriali

Milano – 27 ottobre 2009  – IBM (NYSE:IBM) e Dassault Systèmes (DS) (Euronext Paris: #13065, DSY.PA) hanno firmato oggi un accordo con il quale DS si impegna ad acquisire le attività di vendita e servizio clienti di IBM collegate al portafoglio di applicativi software PLM di DS, oltre ai contratti con i clienti e alle relative risorse, per un importo di circa 600 milioni di dollari.

DS e IBM hanno definito anche le prossime fasi della loro lunghissima collaborazione: DS diventerà IBM Global Alliance Partner e le due organizzazioni estenderanno la loro partnership nei servizi.

L’operazione si dovrebbe concludere entro la prima metà del 2010, con la definizione dei vari accordi locali, dei processi normativi e dei contratti di lavoro nei vari Paesi.

In attesa che la transazione venga finalizzata, le due aziende continueranno a gestire le attività secondo le procedure abituali, garantendo il servizio ai clienti e la disponibilità dei prodotti. Una volta ultimata la transazione e l’integrazione fra le attività PLM delle due organizzazioni, i clienti PLM di DS potranno beneficiare di una semplificazione dei processi di assistenza e supporto relativi al portafoglio di prodotti PLM di DS.

“L’adozione e l’integrazione del PLM e della collaborazione 3D da parte di un numero crescente di aziende richiedono una conoscenza approfondita del settore,” ha dichiarato Bernard Charlès, Presidente e CEO di Dassault Systèmes. "La prevista integrazione della forza vendita e delle attività commerciali di IBM rappresenta il più grande investimento nella storia della nostra azienda.  Abbiamo deciso di mettere al primo posto i nostri clienti e partner, creando un’organizzazione commerciale efficiente su scala mondiale che porterà il valore degli applicativi PLM V6 a tutte le aziende di tutti i settori industriali.”

"Aumenteremo ulteriormente il nostro livello di attenzione verso i clienti, basato su impegno, conoscenza dei diversi settori industriali e soluzioni a valore aggiunto per un’innovazione sostenibile," ha aggiunto Charlès.  "In prospettiva, l’adozione diffusa della rappresentazione realistica in 3D e del PLM richiederanno l’integrazione delle vendite dirette, della rete di partner e delle comunità online."

A seguito dell’accordo su scala mondiale, IBM e DS continueranno a investire congiuntamente nello sviluppo, nell’implementazione e nell’assistenza di ambienti PLM, fornendo soluzioni PLM integrate ai loro clienti in tutto il mondo.
L’accordo nell’ambito dei servizi punta a offrire nuove potenzialità al mercato globale, laddove le risorse e le competenze di IBM potranno contribuire a trasformare gli ambienti PLM dei clienti sfruttando il portafoglio V6 di DS.  Entrambe le aziende sono impegnate a rafforzare ed estendere la loro collaborazione nelle aree di servizi professionali, cloud computing, middleware, finanziamenti flessibili, hardware, vendita e distribuzione.  

"Con questo annuncio IBM sviluppa la partnership con DS per un migliore allineamento dei rispettivi punti di forza e per rispondere meglio alle esigenze dei nostri clienti nell’ambito del PLM," ha dichiarato Tom Hawk, General Manager, IBM Global Industrial Sector.  "L’operazione aumenterà inoltre la focalizzazione di IBM sull’integrazione del PLM attraverso middleware, servizi di business transformation e applicazioni, e infrastrutture dinamiche."

Steve Mills, Senior Vice President e Group Executive, IBM Software Group, ha aggiunto: "L’accordo odierno mette entrambe le aziende nelle condizioni ideali per crescere nel mercato del PLM, permettendoci di concentrarci sulle nostre competenze chiave e fornire un servizio migliore ai clienti.  Grazie all’utilizzo diffuso delle piattaforme di IBM Software nel portafoglio di applicativi di DS, la nostra continuerà ad essere una partnership unica e preziosa per i nostri clienti."

###

Valutazioni e ipotesi su avvenimenti futuri
 
Le dichiarazioni contenute nel presente comunicato stampa che non sono fatti storici ma esprimono aspettative od obiettivi per il futuro, fra cui le dichiarazioni relative al completamento dell’acquisizione di IBM PLM, sono valutazioni e ipotesi su avvenimenti futuri.   

Tali dichiarazioni sono basate sulle valutazioni e sulle ipotesi attuali della direzione di DS e comportano margini di rischio e incertezza noti e ignoti. I risultati effetti delle prestazioni possono differire da quelli contenuti in tali dichiarazioni a causa di diversi fattori. Alcuni dei fattori di rischio riportati di seguito potrebbero influire negativamente sull’operazione, sui risultati futuri di DS e/o sulle attività acquisite da IBM.  In particolare: (i) Le autorizzazione richieste per l’acquisizione potrebbero non essere concesse tempestivamente o essere negate, con conseguente ritardo o impedimento dell’operazione; (ii) L’impossibilità di concludere l’operazione e unificare le attività di IBM e DS nei tempi previsti potrebbe influire negativamente sui risultati futuri di DS; (iii) Inoltre, anche qualora tutte gli eventi si svolgano nei tempi e nei modi previsti, l’integrazione delle attività di vendita e servizio clienti di IBM in DS potrebbe non avere successo oppure i benefici previsti da DS potrebbero non essere concretizzati; (iv) Al completamento della transazione, DS avrà un volume di introiti e un numero di dipendenti superiore rispetto al periodo antecedente all’operazione e il processo di integrazione imporrà a DS di ampliare il raggio delle proprie attività e dei propri sistemi finanziari; la direzione di DS dovrà inoltre dedicare tempo e attenzione al processo di integrazione delle attività di IBM.


Variazioni e condizioni sfavorevoli collegate a uno dei fattori di rischio citati o ad altri fattori di rischio relativi all’attività di DS, così come descritto nelle relazioni legali dell’azienda, fra cui il Document de référence depositato presso la “Autorité des marchés financiers” (AMF) francese in data 2 aprile 2009, potrebbe materialmente influire sulla posizione finanziaria o sui risultati dell’attività dell’azienda.