set 02 2010

Dassault Systèmes chiude il secondo trimestre del 2010 con una forte crescita dell’utile per azione

Milano, 2 settembre 2010 — Dassault Systèmes (DS) (Euronext Paris: #13065, DSY.PA), ha comunicato i risultati finanziari relativi al secondo trimestre 2010, conclusosi il 30 giugno, e approvati dal Consiglio Direttivo della società il 27 luglio 2010. In sintesi, la società ha realizzato i seguenti risultati finanziari:
•    I risultati relativi al secondo trimestre 2010 in termini di introiti e margine operativo sono stati superiori agli obiettivi fissati dalla società.
•    Gli utili per azione sono aumentati dell’82% a 0,40 Euro (IFRS) e del 57% a 0,58 Euro (non-IFRS).
•    L’integrazione delle attività PLM di IBm prosegue secondo i piani.
•    L’azienda è entrata in nuovi mercati promettenti con l’acquisizione di Exalead.
•    Gli obiettivi per il 2010 sono stati rivisti alla luce delle ultime acquisizioni, delle oscillazioni valutarie e dei risultati del secondo trimestre che hanno superato le aspettative.
•    Nuove partnership strategiche con clienti multinazionali come Michelin e Gap.

“Dassault Systèmes ha avuto un secondo trimestre molto positivo, con un fatturato al di sopra dell’obiettivo massimo fissato escludendo i benefici valutari, e con utili e margine operativo ben oltre le attese, soprattutto grazie a prestazioni eccellenti a livello commerciale e operativo,” ha commentato Bernard Charlès, Presidente e CEO di Dassault Systèmes  “In particolare, nel mercato del software 3D mainstream, SolidWorks ha conseguito ottimi risultati con un incremento delle vendite di nuove licenze del 20%, a conferma di un trend incoraggiante nel comparto delle PMI.”
“L’integrazione delle attività PLM di IBM è proseguita senza intoppi e nel secondo trimestre abbiamo concluso accordi di partnership strategica con grandi società multinazionali come Michelin e Gap Inc., alle quali ne seguiranno altre. Abbiamo inoltre aperto il nuovo mercato delle applicazioni di ricerca con l’acquisizione di Exalead, abbiamo lanciato una nuova release della V6 e, con l’acquisizione di Geensoft, abbiamo posto le basi per nuovi sviluppi nella progettazione e simulazione di prodotti intelligenti.”
“In prospettiva,” ha concluso Bernard Charlès, “siamo concentrati sulle opportunità che ci attendono, per sfruttare al meglio le nostre risorse di vendita diretta e indiretta al fine di espandere la nostra presenza negli undici settori industriali che Dassault Systèmes serve con le proprie soluzioni.”

I risultati del secondo trimestre 2010 hanno superato le previsioni della società. Il reddito derivante dalla vendita di nuove licenze è cresciuto del 23,1% (17% a valuta costante), mentre gli introiti derivanti da vendite di software ricorrenti (rinnovi) sono aumentate del 30% (24% a valuta costante), soprattutto grazie all’incremento delle percentuali di rinnovi e dei contratti di assistenza che sono tornate ai massimi storici.
Gli introiti derivanti da servizi e altre di attività di supporto e sviluppo, che rappresentano circa il 10% del fatturato e normalmente seguono l’andamento delle nuove vendite con un certo ritardo, sono invece diminuiti del 6%, comunque in controtendenza rispetto al -14% del primo trimestre 2010.
Gli introiti da software PLM sono aumentati del 30% (24% a valuta costante), mentre quelli da software 3D mainstream sono cresciuti del 20,4% (14% a valuta costante); nel dettaglio, SolidWorks ha aumentato del 20% le vendite di nuove licenze (con 9.770 licenze) e del 3% il costo medio per licenza.